Storia di Sori

Borgo marinaro del Golfo Paradiso, è situato alla foce dell’omonimo torrente in una piccola insenatura. Nella preistoria le sue alture furono punto di rifugio e di caccia dei primi liguri. Le sue origini sono documentate in epoca romana nel 109 a.C. Tra l’XI e il XVI sec. Sori fu un attivo centro commerciale.

fotografia della spiaggia di sori

La sua spiaggia è la più ampia del Golfo Paradiso; qui intorno si svolge la maggior parte della vita cittadina e da qui parte la bellissima passeggiata a mare che, passando attraverso il vecchio borgo, con le case dai colori pastello, arriva fino all’oratorio di S. Erasmo. Le splendide scogliere di S. Gaetano e di Capo Pino sono formate da rocce a strapiombo sul mare per decine di metri mentre i dintorni sono costellati di ville e case signorili utilizzate fin dal Rinascimento dalla nobiltà genovese.centro storico di Sori con vista sull'Oratorio
Sulle alture del borgo si trova la pregevole pieve romanica di Sant’Apollinare del XIV sec., oggi monumento nazionale. Da segnalare, inoltre, la chiesa di S. Bartolomeo di origine medievale a Bussonengo.

A mezzacosta, sulle alture di Sori, si trova la frazione di Sant’Apollinare, un gioiello che sicuramente merita una visita per l’eccezionale panorama che offre, da Punta Chiappa verso il promontorio di Portofino, dalla vallata di Sori e la sua costa a picco sul mare sino a Genova.

Oggi Sori è una delle località della Riviera Ligure tra le più rinomate e apprezzate; Ha una spiaggia molto frequentata da genovesi e turisti durante la bella stagione: il suo successo è’ dovuto a quel mix di sassolini e sabbia che la rende appetibile da chi ha molteplici esigenze.